Al termine della rifinitura odierna sono arrivate le parole del nostro mister Giovanni Ferraro che ha così presentato la sfida in programma domani alle ore 15:00 in trasferta contro il Gladiator: 

“E’ stato un mese decisamente intenso il primo vissuto alla guida del Savoia. Sono contento perché i ragazzi mi seguono e credo che siamo a buon punto. Conosco bene i calciatori sia tecnicamente che professionalmente e umanamente. La squadra recepisce quello che è il mio pensiero e la mia idea calcistica e lavora con grande umiltà e sacrificio. Quando sono arrivato la situazione non era semplice, per me era importante far tornare i ragazzi a sorridere e metterli nelle migliori condizioni di esprimersi. E’ stato comunque un mese positivo, siamo solo all’inizio di un percorso lavorativo che vogliamo ci porti a un finale di campionato importante. Queste due vittorie non ci fanno essere più bravi di qualcuno, bisogna continuare a lavorare, senza abbassare l’intensità negli allenamenti. Dobbiamo ricordarci sempre che il nostro giudice supremo è il campo e non dimenticare dove eravamo un mese fa. Nelle ultime due gare abbiamo avuto un ottimo approccio. Il primo tempo con l’Arzachena ci è servito per far capire ai ragazzi che una squadra come il Savoia non può regalare un tempo agli avversari, e giocare con timore. Adesso abbiamo una consapevolezza diversa, è chiaro che vincere aiuta a vincere e i risultati portano sempre grandi iniezioni di fiducia. Stiamo bene fisicamente grazie al lavoro di tutti, e grazie ad un ottimo staff che ho a disposizione. Stiamo iniziando a pensare al “noi” e non all’”io”. L’unico obiettivo qui è fare del bene per il Savoia, rendere orgogliosi di noi la società e i tifosi”.

L’allenatore ha poi continuato: “Non è facile giocare tre gare in sette giorni, ma non è neanche un problema. Abbiamo ripreso subito la preparazione dopo la vittoria con il Muravera, credo che in questo momento per noi sia importante cavalcare l’onda. Stiamo bene, vogliamo giocare e proseguire la nostra striscia positiva. Quello con il Gladiator essendo un derby sarà una gara particolare, credo che la classifica che hanno non rispecchia le loro qualità. Andremo a giocare contro una società blasonata, una squadra con calciatori forti che può tranquillamente centrare la salvezza. Non sarà una gara facile assolutamente. Noi però dal canto nostro siamo pronti, ripeto, la nostra situazione non è cambiata, non possiamo più permetterci di lasciare punti a nessuno. Vogliamo fare un ulteriore piccolo passo in avanti per la nostra classifica”.

Infine ha concluso: “Rientrano gli squalificati Caiazzo e D’Ancora. Mancheranno ancora: Letizia, Russo, Boccioletti, Fornito, Scalzone e Depetris. Il calcio è fatto di momenti, io sono tranquillo perchè questa è una rosa importante a prescindere e ripeto le assenze non devono essere un alibi”.