Al termine del successo per 2-0 contro il Giugliano si è presentato in conferenza stampa il nostro mister Giovanni Ferraro. Di seguito le sue parole:

“Oggi era una partita difficile, bloccata, un derby non è mai facile da affrontare. Abbiamo fatto un primo tempo a ritmo basso, un pochino meglio nella ripresa. E’ chiaro che ciò che contava erano i tre punti per passare una sosta serena. I ragazzi hanno avuto una settimana piena e volevo sottolineare l’impegno e la serietà di questa squadra, che ripeto, è un gruppo estremamente serio. La squadra ha capito che quando giochiamo contro compagini che si chiudono dobbiamo provare l’uno contro uno oppure tirare dalla distanza. Oggi ci siamo riusciti con un gran gol di D’Ancora e va bene così. I ragazzi sono un pochino stanchi, la sosta arriva nel momento giusto. Rifiateremo un pochino, recupereremo uomini e energie psicofisiche. Da quando abbiamo iniziato, più di un mese, ci siamo fermati solo la domenica di Pasqua, infatti oggi abbiamo accusato stanchezza. Il nostro futuro passa per queste partite, ci stiamo giocando tutti qualcosa di importante. I tifosi a Torre Annunziata sono speciali, a loro interessa che la squadra sudi la maglia, noi dobbiamo dimostrare di meritare una società e una piazza così importante. Dedico ovviamente questa vittoria ai tifosi e alla società, oggi però un pensiero particolare va a mia figlia Caterina che domani si laurea. Per un padre non c’è cosa più bella di un figlio e per me poter essere al suo fianco passo dopo passo è qualcosa di bellissimo. Lei è il mio orgoglio”.

In seguito si è presentato in conferenza stampa il nostro capitano Ciro Poziello. Di seguito le sue parole:

“Le punizioni le proviamo sempre in allenamento, oggi è toccato a me ed è andata bene. Sono felice per il gol, auguro ovviamente a mio fratello e al Giugliano di poter ricominciare presto a fare punti. Il primo tempo abbiamo sbagliato nel non alzare il ritmo. Sappiamo che contro le squadre che si chiudono facciamo sempre un pochino di fatica. Il mister è stato bravo a toccare le corde giuste. Siamo felici di aver consolidato la posizione playoff ma ci dispiace di non essere lì a lottare per il primo posto. Sappiamo che il presidente ci vuole bene e la società non ci fa mancare nulla, la maglia bianca va conquistata. La sua intenzione era quella di spronarci e lo spogliatoio ha reagito nel modo giusto. Come dice il mister dobbiamo essere bravi a far parlare il campo che è l’unico giudice. Dedico la rete a mia moglie che è in dolce attesa, questo gol è tutto per lei”.